Scuola di Formazione Nazionale per i Beni Confiscati e Politiche di Coesione

In collaborazione e con il patrocinio di Ministero dell’Economia e delle Finanze, Ispettorato Generale per i rapporti finanziari con l’Unione europea – Ragioneria generale dello Stato, Dipartimento per le politiche di coesione – Presidenza del Consiglio dei Ministri, Agenzia per la coesione territoriale, Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata Istituto nazionale di statistica Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro – Conferenza Episcopale Italiana Fondazione con il sud e con la partecipazione di rappresentanti di Associazioni, soggetti del volontariato e del terzo settore, Organizzazioni delle imprese, della cooperazione, del sindacato e delle professioni Università ed enti di ricerca Amministrazioni centrali, regionali ed enti locali; prende il via la Scuola di Formazione Nazionale per i Beni Confiscati e Politiche di Coesione. Queste le date in programma:

Lunedì 21 novembre 2016 : I soggetti, la normativa e le riforme in cantiere Il sequestro e la confisca dei beni dalla legge Rognoni La Torre alla legge n. 109/96 .Il Codice delle leggi antimafia del 2011 L’Agenzia nazionale e le procedure amministrative I nuclei di supporto delle Prefetture Le politiche regionali e degli enti locali La dimensione europea e internazionale Focus sul disegno di legge AS 2134 e sulla relazione della Corte dei Conti

Lunedì 28 novembre 2016: I numeri dei sequestri e delle confische in Italia I beni mobili, immobili e aziendali Le banche dati, le statistiche aggiornate, strumenti e indicatori disponibili Le mappature dei beni e il censimento delle esperienze di riutilizzo Le informazioni e il monitoraggio civico Focus sulla ricerca BeneItalia e sul progetto Confiscati bene 2.0

Lunedì 5 dicembre 2016: Le politiche di coesione territoriale. Le politiche di coesione in Europa e in Italia. La  programmazione 2014-2020 e l’Accordo di Partenariato. I programmi e i piani finanziati con fondi comunitari e nazionali e relativo funzionamento.La trasparenza e la partecipazione civica sulle politiche di coesione La strategia nazionale per le aree interne Focus sui progetti Open Coesione e Monithon.

Lunedì 12 dicembre 2016: Le politiche per la valorizzazione dei beni e delle aziende confiscati Welfare, inclusione e servizi alle persone Agricoltura sociale e biologica Promozione cooperativa ed economia civile Imprenditorialità giovanile e promozione attiva del lavoro Rigenerazione urbana e riqualificazione beni comuni Cultura, ambiente e turismo sociale.La tutela dei lavoratori e le esperienze di workers buy out I fondi di garanzia per l’accesso al credito e per gli investimenti. Focus sulle campagne Io Riattivo il Lavoro e Impresa Bene Comune.
Lunedì 19 dicembre 2016: Tecniche di partecipazione e di co-progettazione nelle politiche di coesione Focus su applicazioni di metodo, processi informati e aperti, pratiche in uso I dati statistici di contesto territoriale e le prime esperienze di monitoraggio civico Le banche dati statistiche territoriali per la misurazione dei risultati della policy, i progetti finanziati nel 2007-2013 sui beni confiscati e le prime esperienze di monitoraggio civico Focus sugli aspetti metodologici e organizzativi dei laboratori di progettazione partecipata.

Gennaio 2017: Seminario aperto sull’adozione di una strategia nazionale e dei piani di azione attuativi, Le politiche di coesione per la valorizzazione dei beni e delle aziende confiscati Focus sullo studio preliminare “beni confiscati e coesione territoriale”.

Le azioni formative e i laboratori territoriali saranno rivolte alla rete nazionale di Libera, in particolare alle associazioni aderenti ed ai soggetti del partenariato economico e sociale. È prevista la partecipazione di referenti di Università ed enti di ricerca, delle Amministrazioni centrali, delle Regioni e degli enti locali nonchè di tutti i soggetti coinvolti a vario titolo nella filiera di policy sul riutilizzo per finalità pubbliche e sociali dei beni confiscati. La prima edizione della scuola si articolerà in una sessione formativa nazionale (cinque moduli nei mesi di novembre e dicembre 2016), in sessioni formative e laboratori territoriali che verranno attivati nel corso del 2017. Le attività formative nazionali si terranno presso la sede dell’Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro della Conferenza Episcopale Italiana, in via Aurelia 468, a Roma.